Il mezzo è il messaggio

un social network progettato umanamente, distribuito e senza scopo di lucro

foto di Niilo Isotalo https://unsplash.com/photos/-BZc9Ee1qo0

[AGGIORNAMENTO 23/02/2019: Siamo nelle ultime 70 ore della nostra campagna Kickstarter. Abbiamo raccolto ~ $ 82.000 su $ 100.000. Il finanziamento è tutto o niente, quindi se sei entusiasta di ciò che stiamo costruendo, ti preghiamo di considerare di contribuire. Grazie!]

Ciao.

Prima di iniziare, lo scopo di questo articolo è quello di far luce sulla nostra filosofia progettuale di base, perché l'attuale clima dei social media è come è e come stiamo affrontando questi problemi ad alto livello. Puoi saperne di più su come funziona il nostro prodotto reale qui: https://medium.com/juntolove/junto-rebalancing-our-relationship-with-technology-52c1213fe60a

Ora che è fuori dai piedi ..

Benvenuto. È bello averti qui. Se sei arrivato così lontano, sono sicuro che hai familiarità con le questioni dei social media e sono ansioso di fare qualcosa al riguardo.

Negli ultimi due decenni, abbiamo visto i social media evolversi in molte forme e dimensioni diverse. Twitter per pensieri concisi e accesso immediato alle notizie, Instagram per didascalie intelligenti e auto-espressione visiva, Snapchat per momenti crudi ed effimeri e Facebook per ... compleanni?

Non vi è alcun dubbio sul potenziale dei social media di consentire una comunicazione conveniente, ispirare l'auto-espressione creativa e organizzare i movimenti su larga scala. Tuttavia, perché la maggior parte di noi si sente frustrato e insoddisfatto di queste piattaforme? Perché c'è un consenso generale sul fatto che i social media hanno fatto più male che bene? Perché c'è sempre la sensazione che il modo in cui scegliamo di interagire con queste piattaforme non sia autentico?

Queste piattaforme sono diventate una parte onnipresente della nostra vita, eppure perpetuano un'insostenibile convalida esterna dell'autostima, lottano per favorire un autentico senso di comunità e sono diluiti con norme egocentriche.

Ora, queste norme sono un difetto intrinseco della natura umana? Oppure il comportamento è condizionato e possiamo prendere determinate decisioni di progettazione che ispirano un'atmosfera completamente diversa?

Crediamo che la risposta si trovi da qualche parte nel mezzo. Come individui, esistiamo in un costante stato di flusso. Siamo in continua evoluzione e il modo in cui cresciamo è interdipendente con l'ambiente con cui scegliamo di interagire.

In poche parole, ci sarà sempre un certo livello di superficialità, ma è possibile creare un'atmosfera che sposta la mediana dell'autenticità lungo lo spettro.

Come lo sappiamo? Perché l'abbiamo fatto.

Dopo i nostri primi 7 mesi, abbiamo pubblicato un alpha privato presso la Vanderbilt University nell'aprile 2017. Volevamo testare il nostro concetto di base: che in ogni persona esiste un desiderio di autenticità e connessione genuina e che attraverso modelli di progettazione più sani, possiamo evocare quella profondità e riunire le persone a un livello più profondo. Per tre settimane, abbiamo visto membri condividere liberamente il loro flusso di pensiero. Le conversazioni hanno riguardato aneddoti personali su razza e identità, sostenibilità, commedia, cibo, arte, musica, salute mentale e così via. Alcuni hanno persino usato Junto come mezzo per scrivere su un diario le loro storie di vita.

Ecco cosa hanno detto alcuni dei nostri primi membri:

“Tutta la nostra generazione ha una corrente sotterranea di pensieri come questo, ma abbiamo bisogno di qualcosa per aiutare a mettere insieme tutti quei pezzi. Spero che Junto possa essere almeno uno di quegli strumenti per farlo. "Noah Gertler, Vanderbilt
“Congratulazioni per il lancio. Penso che l'app stia generando discussioni intellettuali davvero oneste su cose che contano. La genuinità dei contenuti e della community che hai creato è sicuramente la cosa più bella e preziosa di Junto. "John Sangimino, Vanderbilt
"Quindi ho usato Junto. E lo amo. L'ho usato come un diario quotidiano come un modo per portare i miei pensieri là fuori e ritenermi responsabile di non imbottigliare le mie emozioni. Sono così grato che questa app sia stata creata e sono ancora più grato per il team che ha lavorato così duramente su questa app incredibilmente impressionante e ha agito sul desiderio di favorire una conversazione più profonda e aiutare gli altri a sentirsi più inclusi. "Sydney Silberman, Vanderbilt

Quindi, se ciò fosse possibile, perché non è mai stato fatto prima?

La risposta è stata sorprendentemente semplice. Non è stato fatto perché non è mai stato nelle intenzioni delle persone farlo.

Può sembrare un'affermazione audace, ma diamo un'occhiata più da vicino. Se le piattaforme che utilizziamo mettono davvero al primo posto i nostri migliori interessi, perché riceviamo costantemente annunci mirati? Perché ci sentiamo dipendenti da questi prodotti e perché sembrano suscitare significativi problemi di salute mentale tra i nostri giovani?

Non prenderlo da noi. Prendilo dal presidente fondatore di Facebook, Sean Parker:

"Dio solo sa cosa sta facendo al cervello dei nostri figli. Il processo di pensiero che ha portato alla creazione di queste applicazioni, essendo Facebook la prima di esse, ... era tutto incentrato su: "Come possiamo consumare più tempo possibile e attenzione consapevole? Ciò significa che dobbiamo dare una piccola dose di dopamina ogni tanto, perché a qualcuno piaceva o commentava una foto, un post o altro. E questo ti farà contribuire con più contenuti, e ti porterà ... più Mi piace e commenti ... È un ciclo di feedback di convalida sociale ... esattamente il tipo di cosa che un hacker come me vorrebbe inventare, perché tu sfruttando una vulnerabilità nella psicologia umana ... Gli inventori, i creatori - sono io, sono Mark [Zuckerberg], sono Kevin Systrom su Instagram, sono tutte queste persone - lo hanno capito consapevolmente. E lo abbiamo fatto comunque. "

fonte: https://bit.ly/2AUeU1f

Non stiamo provando a puntare le dita qui. Vogliamo semplicemente mettere in luce ciò che sta realmente accadendo, quindi possiamo tutti lavorare insieme per creare una soluzione migliore. La comunicazione online non sta andando via e dobbiamo trovare un modo per sfruttare la tecnologia in modo più armonioso.

L'evoluzione dei social media sta nel spostare l'attuale natura delle interazioni. Crediamo che le forme attraverso cui comunichiamo siano importanti quanto il messaggio stesso.

Questa filosofia è rimasta con noi sin dall'inizio e ha guidato ogni decisione che abbiamo preso. Ad esempio, le piattaforme di social media che siamo abituati a utilizzare sono tutte a scopo di lucro. Poiché queste società scalano e raccolgono più capitale di rischio, devono continuamente giustificare la loro valutazione. Come lo fanno? La risposta più pratica sarebbe quella di generare entrate. I modelli di business di Freemium (dove paghi per le funzionalità premium) sono difficili da realizzare, quindi molte di queste organizzazioni si affidano alla pubblicità e alla vendita dei tuoi dati a terzi. Più usi la loro piattaforma, più dati hanno. Più dati hanno, più informazioni possono vendere. Più informazioni vendono, più soldi fanno. Sono diventati così dipendenti da questo modello di business che non c'è davvero nessun altro modo per aggirarlo.

Ci sono alcuni casi in cui le aziende rimandano la generazione di qualsiasi tipo di entrate. Continueranno a raccogliere capitali di rischio, presentando le loro DAU (utenti attivi quotidianamente), MAU (utenti attivi mensili), i tassi di coinvolgimento e così via per convincere gli investitori a partecipare al prossimo round. Tuttavia, non saranno in grado di tenere il passo per sempre, e dovranno o IPO (dove vengono visti dagli azionisti pubblici) o uscire uscendo vendendo la loro società in un'acquisizione.

Il punto è che queste società hanno una responsabilità fiduciaria nei confronti dei loro investitori. Sono prima osservati da loro, non da te. Probabilmente lo hai capito tu stesso, assistendo al cambiamento dei prodotti per accogliere più annunci pubblicitari e venderti più informazioni.

Questo è il motivo per cui a metà del nostro viaggio abbiamo fatto il passaggio da una società C a una non profit 501 (c) (4). Siamo senza scopo di lucro perché apprezziamo la nostra indipendenza. Non ci sono investitori o terze parti che possono alterare la direzione che prendiamo. Ad ogni angolo, Junto è decentralizzato e guidato da te. Sfruttiamo la tecnologia distribuita in modo da possedere le tue informazioni. Siamo sostenuti solo dalla tua convinzione e generosità. La nostra crescita è completamente di base e il valore di Junto vive nelle storie che condividi e nella comunità in cui cresceremo insieme.

Vogliamo mantenere il più puro possibile di un servizio. Coltivando un ambiente genuino, trasparente e incentrato sulla comunità, possiamo stabilire norme sociali che incoraggiano le persone ad esprimersi in modo fedele a chi sono e ad invitare un'era di comunicazione libera e aperta. Abbiamo fatto molta strada nello sviluppo dei nostri prodotti e siamo entusiasti di condividerli con te qui.

Non vediamo l'ora di spostare questo nuovo paradigma con voi. È una lunga strada da percorrere e abbiamo bisogno del tuo supporto per farlo accadere. Se rispondi a ciò che stiamo facendo, elenca la nostra beta su https://junto.foundation/ e aiuta a far crescere questa community diffondendo la parola nelle tue cerchie.

Fino alla prossima volta..

  • Altro su Junto: www.junto.foundation
  • Kickstarter: https://www.kickstarter.com/projects/1958309948/junto-a-new-breed-of-social-media
  • Prodotto: https://medium.com/juntolove/junto-rebalancing-our-relationship-with-technology-52c1213fe60a
  • Informazioni sulla decentralizzazione: https://medium.com/juntolove/youre-an-individual-not-a-statistic-4e04408b3503
  • Resta aggiornato con la nostra newsletter Flux: https://junto.substack.com/
  • Instagram e Twitter
  • (temporanea) pagina Facebook
  • aiuta a spargere la voce!