Più problemi di progettazione, più designer (e più necessità di progettisti)

Quando ho iniziato a lavorare nel design, ero in una piccola azienda. Eravamo circa una mezza dozzina di designer che sedevano insieme, prendevano il pranzo o il caffè insieme, discutevano insieme del nostro lavoro e ci aiutavano a vicenda a costruire competenze e provare nuovi approcci per risolvere le sfide. Mi è piaciuto collaborare con i designer premurosi che ho visto ogni giorno.

Avanti veloce ad oggi. Sto lavorando con un team di oltre 300 designer, ricercatori e strateghi dei contenuti in un'ampia gamma di numerosi team di prodotti che si integrano nell'organizzazione di annunci e piattaforma aziendale di Facebook. È molto più difficile trovare un tavolo da pranzo per 300, ma il mio team sta facendo molte delle stesse cose che ho fatto molti anni fa.

Il team dietro i nostri team di progettazione

Non sono un designer in questi giorni. In effetti, ho creato un team di gestione dei programmi di progettazione (DPM) su Facebook nel 2013 per assistere il nostro team di annunci e piattaforme aziendali, che risolve problemi di progettazione sempre più complicati mentre ci sforziamo di spedire prodotti facili da capire.

Oltre a dare la priorità alla facilità d'uso, diamo la priorità allo spostamento veloce. Ciò richiede maggiori competenze di progettazione, una migliore ricerca e solidi partner strategici per i contenuti. Il nostro team di progettazione di annunci e piattaforme aziendali è cresciuto in modo esponenziale, passando da una coppia di designer che lavorano da un ufficio nel 2013 a un team di oltre 300 situati in quattro uffici in tutto il mondo.

Una squadra così grande presenta molte sfide, naturalmente. La comunicazione, la logistica e le iniziative del team, tra le altre cose, hanno bisogno di supervisione: qualcuno che può garantire che stiamo lavorando rapidamente come un team coordinato che consegna su tempistiche aggressive.

È qui che entrano in gioco le operazioni di progettazione e i team di gestione dei programmi.

Il nostro team di gestione dei programmi garantisce che ogni gruppo di prodotti nel nostro team di annunci abbia il supporto necessario per consentire ai progettisti (compresi progettisti di prodotti, ricercatori e strateghi del contenuto) di concentrarsi su ciò che sanno fare meglio e di divertirsi facendo - creando soluzioni di prodotto intelligenti e coinvolgenti per i nostri 2,1 miliardi di utenti e 6 milioni di inserzionisti in tutto il mondo.

I Program Manager hanno il compito di navigare nel caos richiesto da un ambiente in rapido movimento e di stabilire le giuste connessioni con le persone giuste al momento giusto. Non siamo project manager. Non siamo product manager. Quindi cosa facciamo?

Ecco i modi in cui abbiamo creato un team di gestione del programma di progettazione che consente al nostro team di progettazione degli annunci di operare al meglio.

1. Operazioni di progettazione e onboarding

Per prima cosa, dobbiamo assicurarci di monitorare il talento di cui abbiamo bisogno sui prodotti e che i nostri nuovi assunti inizino con forza.

Aiutare la nostra organizzazione di Ads Design a funzionare senza problemi
Più che semplicemente mantenere un organico, gestiamo la visione d'insieme e identifichiamo le tendenze, assicurandoci di richiamare ed evitare dossi lungo la strada. Siamo in grado non solo di monitorare i nostri progressi verso gli obiettivi di assunzione, ma anche di prevedere quando è più probabile che i colleghi trasferiscano da altre squadre e in quale distribuzione. Le previsioni ci aiutano a garantire che i team abbiano il giusto equilibrio di talenti.

Facilitazione dell'onboarding
Abbiamo stabilito processi di onboarding per assicurarci che i nuovi membri del team si mettano rapidamente al passo e abbiano un posto sicuro dove porre domande che potrebbero non voler portare al proprio manager.

Ogni nuovo noleggio del team di progettazione di Facebook partecipa a un programma di onboarding di due settimane che consente loro di iniziare a correre e di avere rapidamente un impatto positivo sui team. Orientare nuove assunzioni verso le sfide del prodotto, i membri del team e i ruoli e condividere come è organizzato ciascun gruppo, aiuta molto a sentirsi benvenuti e preparati.

2. Supporto del team di prodotto

Una volta inseriti nei singoli team di prodotto, continuiamo a supportare i team in diversi modi.

Promuovere iniziative chiave
Ogni team di prodotto sviluppa iniziative per comprendere meglio i nostri clienti, coltivare i nostri talenti e aiutare a implementare i cambiamenti nell'ecosistema quando le cose sono in disequilibrio. Queste sono iniziative che emergono dalle aree di interesse chiave che Facebook ha scelto di dare la priorità ogni sei mesi, ma il team DPM in realtà guida i programmi per far sì che il cambiamento avvenga, assumendosi la responsabilità dei dettagli e dei passaggi necessari per prendere decisioni e rapidi progressi. Quando vogliamo che i nostri designer comprendano meglio i nostri clienti, cerchiamo di trovare i modi migliori per farlo accadere.

Promuovere il talento
Mentre i team lavorano a testa bassa sulla progettazione del prodotto, i manager vogliono assicurarsi che i membri di talento del team di progettazione stiano aumentando le loro capacità professionali e rafforzando le aree per migliorare la crescita e le prestazioni individuali. Dopo tutto, essere in grado di affrontare le giuste sfide del tuo ruolo con le risorse e il supporto adeguati è molto soddisfacente. I membri del nostro team devono essere istituiti per diventare i nostri futuri leader. Siamo in grado di supportare tale crescita lavorando con i manager per capire quali corsi di formazione o esperienze avranno più impatto nel completare la cultura del team. Potrebbe trattarsi di una formazione sulla diversità e inclusione, programmi di tutoraggio o sviluppo di competenze specifiche al fine di utilizzare i nostri strumenti in modo più efficace.

3. Mantenere l'ordine in un mondo in rapida evoluzione

Il nostro mondo cambia rapidamente. Offriamo comunicazioni chiare, riunioni di gruppo e sistemi di orientamento che aiutano le persone a rimanere al passo.

Comunicazioni su larga scala tra i team
Le idee di design devono essere condivise tra i nostri collaboratori globali, indipendentemente da dove possano lavorare. Oltre a facilitare la comunicazione tra i team, i dipartimenti e le sedi, aiutiamo tutti i team a riunirsi per incontrarsi, apprendere e lavorare insieme sui problemi più grandi che si trovano ad affrontare. Pianifichiamo grandi conferenze interne, vertici di team e riunioni a mani libere con relatori approfonditi, contenuti pertinenti e programmi mirati.

Riorganizzazioni e altre modifiche
Infine, le riorganizzazioni sono necessarie per un'azienda in rapida crescita. Aiutiamo a comunicare i cambiamenti organizzativi e a stabilizzarci in seguito con piani di comunicazione, indicazioni stradali come mappe del team aggiornate e supporto del team. E quando c'è un cambiamento nel team dovuto alla leadership, ai nuovi obiettivi o all'afflusso di nuovi talenti, lavoriamo con i membri del team per far sì che i progetti procedano costantemente.

Migliore programmazione a livello aziendale
Perché limitarci al team di progettazione? Estendiamo i nostri apprendimenti, programmi e tecniche anche attraverso discipline e iniziative interfunzionali.

Il futuro di DPM

A novembre 2017, ho partecipato al Summit DesignOps a New York, la prima conferenza dedicata alle operazioni di progettazione. Alcune centinaia di leader del design si sono riuniti per due giorni di presentazioni, panel e networking. C'è stata una palpabile eccitazione quando i partecipanti hanno riconosciuto di aver trovato la loro tribù e di poter approfondire gli argomenti che tutti noi lottiamo quotidianamente nella costruzione di culture di design di livello mondiale. La conferenza ha convalidato qualcosa che già sapevamo: che quando le grandi aziende costruiscono solidi team UX e Design, Design Operations è un campo che sta guadagnando velocità.

Facebook è stato uno dei primi a investire in DPM, la nostra versione di Design Operations Management. Il nostro team è piccolo ma potente, il che significa che la definizione delle priorità e la misurazione del nostro impatto sono sempre una considerazione nel modo in cui gestiamo il nostro tempo e quali sfide siamo in grado di affrontare. Il gruppo DPM è ora composto da circa 40 gestori di programmi, specialisti delle operazioni che consentono gli sforzi dei nostri straordinari team di progettazione.

Mi mancano i vecchi tempi al tavolo da pranzo di design? Non proprio. Lavoro quotidianamente con persone così talentuose. Ho creato un team di cui sono molto orgoglioso. Sono eternamente grato per il loro talento nel dare vita a un'idea. Ogni giorno stanno aiutando i progettisti a creare legami forti, offrendo loro anche opportunità di crescita e di diventare parte integrante dei team di prodotti su larga scala.