Libri di idee

Un taccuino tascabile può aiutare a liberare la creatività e consentirti di documentarlo ogni volta che colpisce.

Ho voluto essere uno scrittore fin da quando ero un bambino, e da quando ricordo che ho portato con me carta e penna praticamente ovunque io vada. Ogni mattina prima di uscire, afferro il mio taccuino tascabile Moleskine Cahier e la mia penna Baron Fig Squire e me li metto in tasca. Se non ci sono entrambi, posso sentirlo.

Mi rendo conto che non ho bisogno di farlo, perché potrei digitare le note altrettanto facilmente e comodamente nell'app Evernote del mio telefono, ma quando si tratta di scrivere idee, non importa quanto grandi, piccole, pragmatiche o assurde possano be - penna su carta è il mio modo preferito di andare. Rende tangibili anche le idee più piccole. Se non scrivo subito qualcosa, le probabilità sono piuttosto alte lo dimenticherò e mi punirò più tardi. Ricorderò quasi sempre che avevo un'idea, ma non ricorderò esattamente quale fosse quell'idea.

Una volta riempito un quaderno, lo sfoglio e trascrivo le pagine in un documento digitale, escludendo le idee e i pensieri scarabocchiati che non riesco a vedere come utili o utili. Questo passaggio mi aiuta a eliminare le sciocchezze e mi impedisce di filtrarmi mentre scrivo sul mio taccuino.

Ho anche scarabocchiato e decorato i miei quaderni, nonostante la mia ammessa mancanza di abilità quando si tratta di disegnare. Quando inizio un nuovo quaderno, scrivo la data e poi passo un po 'di tempo a scrivere o disegnare disegni sul libro. Vedo ognuno come la propria entità che riflette un momento della mia vita, non importa quanto breve o lungo, quindi cerco di personalizzarli in un modo che ritengo adatto alla mia atmosfera generale in quel momento. Esamino anche il quaderno e scrivo le istruzioni, le citazioni o le affermazioni che incontrerò a caso mentre mi faccio strada. A volte questi stimolano un'idea, semplicemente a sorpresa.

Ho iniziato a utilizzare i notebook Moleskine Cahier nel 2017, dopo aver provato circa 100 modelli diversi nel corso degli anni. La mia ragione per cambiare e rimanere serve uno scopo di ispirazione creativa che ho imparato da B.J. Novak, uno scrittore e attore noto per il suo lavoro in The Office. Novak ha detto che preferisce i sottili Cahier non solo per la portabilità, ma per il senso di realizzazione che prova quando finisce di riempirne uno. Dal momento che i notebook hanno meno pagine di molti notebook tascabili, trovo che sono spinto a scriverne di più e a riempirli, e che tendo ad avere lo stesso senso di soddisfazione che proverei a compilare un taccuino più lungo. Se comparo le mie pile Cahier da così lontano quest'anno con le pile degli anni precedenti, posso vedere che sto scrivendo più di quanto non abbia mai fatto in passato.

Per il mio Maker Studio Friday, volevo condividere con i miei colleghi di ThoughtMatter il mio strano e rigoglioso processo di documentazione e dare a ciascuno di loro la possibilità di decorare il proprio Cahier, sebbene con più forniture rispetto alla mia solita penna a inchiostro nero.

Un venerdì pomeriggio con un po 'di vino e un punch al rum inventato da ingredienti che abbiamo raccolto da tutto l'ufficio come i mixologi macgyveresque, abbiamo eliminato le penne gel, i pennarelli, i timbri, i glitter, i pastelli e gli adesivi, quindi abbiamo portato la nostra estetica individuale su alcuni quaderni.

Le idee, come puoi vedere, riflettono in modo creativo ed esteticamente diversificato tutti noi di ThoughtMatter.

Quest'estate a ThoughtMatter, concludiamo ogni settimana con un'attività "Maker Studio Friday". Durante ogni sessione, un diverso membro dello studio ci guida attraverso un'attività pratica che si traduce in ognuno di noi che ha fatto qualcosa con le nostre mani e le nostre menti. Le attività ci aiutano a mantenere le nostre menti aperte e ci spingono a creare un lavoro migliore e più innovativo per i nostri clienti.

Questo post è stato scritto dal copywriter senior ThoughtMatter Scott Muska. ThoughtMatter è uno studio creativo di branding, design e strategia nel quartiere Flatiron di New York City. Trovaci su Twitter.