Illustrazioni di Trevor Fraley per questo articolo.

Costruire una collaborazione di progettazione nel flusso di lavoro

Se sei un designer che vuole collaborare bene: impara a includere gli altri nel tuo processo in anticipo e spesso, condividi e ottieni approfondimenti sul funzionamento di ciascuna parte e concentrati sulla rimozione dell'attrito dalle tue partnership.

Più facile a dirsi che a farsi, ovviamente. Ma la realtà è che solo un po 'di lavoro può fare molto per trasformare anche la più fragile delle partnership in team altamente collaborativi. Questa è una buona notizia sia per gli individui che per le imprese: i team interfunzionali che lavorano a stretto contatto superano il modello di fabbrica ormai obsoleto di fare affari in assoli (o cabine) indipendenti e spesso disconnessi.

Le aziende hanno imparato che ogni volta che una persona conduce il proprio lavoro in privato prima di passare alla persona successiva lungo la linea, si perdono opportunità di innovazione e lavoro di alto livello. La produttrice e artista Julia Kafanskiy l'ha detto semplicemente durante il suo discorso alla conferenza 99u del 2017:

"La collaborazione interdisciplinare produce idee più interessanti e innovative."

Quindi, perché molti designer chiedono regolarmente come potrebbero convincere i partner di ingegneria che il design è importante? Perché i product manager e i dirigenti delle aziende spesso trascurano il processo di progettazione? Come mai in ogni incontro di designer ci sono storie di lotte legate alla produzione di qualità? Quante volte hai incontrato una situazione in cui un ingegnere spesso, palesemente, rifiuta di implementare qualcosa che hai creato (in genere con la scusa di: "è troppo difficile da costruire")?

Ho sentito questo tipo di problemi sollevati dai progettisti in molti settori diversi e con diversi livelli di esperienza. Tutti, dai laureati al primo lavoro, ad alcuni miei colleghi di Facebook, veterani del design del prodotto. Una stretta collaborazione può essere difficile, in particolare tra design e ingegneria.

Ma colmare il divario tra design e altre discipline non è certamente impossibile. Come tutte le cose buone: ci vuole solo lavoro.

Coinvolgi i tuoi partner presto e spesso

Poiché la progettazione avviene in genere prima del processo di sviluppo del prodotto rispetto all'ingegneria, è importante attirare i partner di ingegneria e controllo qualità all'inizio dell'ideazione del progetto.

Se puoi programmare mezz'ora o più di tempo per generare idee insieme a responsabili di prodotto, ricercatori, partner di ingegneria e chiunque altro, all'avvio di un progetto, dai loro una sbirciatina nel tuo processo di pensiero e li investi presto. Di conseguenza: quando arriverà il momento di eseguire i progetti finali, l'ingegnerizzazione sarà già in gran parte approvata, perché sono stati coinvolti nel processo.

Inoltre, coinvolgendo i partner interfunzionali sin dall'inizio, li esponi al processo di pensiero progettuale. Questa esposizione può aiutare notevolmente le future conversazioni a ruotare attorno alla logica logica del design, poiché gli ingegneri capiranno meglio che il tuo ruolo non è prendere decisioni estetiche arbitrarie o fare affidamento su preferenze personali, ma usare una logica reale e razionale per prendere decisioni informate, intenzionali, di progettazione .

I primi tentativi di collaborazione durante le fasi di ideazione possono talvolta essere complicati, ma concentrarsi sull'allineamento degli obiettivi e discutere su come il team misurerà il successo, significa che lo sforzo collaborativo è costruttivo, non combattivo.

Con il passare del tempo, con l'aumentare della fiducia, la collaborazione iniziale tra interfunzionali dovrebbe diventare più semplice, con maggiore fiducia e aspettative più chiare sulla funzione di ciascuna persona all'interno del team.

Investi nell'apprendimento delle competenze non progettuali

Analogamente all'investimento e alla gestione iniziale dei responsabili di progettazione e dei prodotti, anche il design dovrebbe essere investito in altre competenze non progettuali.

Ogni designer dovrebbe trovare il tempo di sincronizzarsi con i propri ingegneri, ricercatori, strateghi del contenuto e responsabili del prodotto, per parlare del proprio lavoro e processo. Come designer, più capisci sul processo di progettazione e sul set di strumenti del tuo team, e viceversa, più facile sarà la collaborazione.

Scopri davvero come funzionano i tuoi partner non di design. Uso incontri settimanali 1 a 1 regolari per parlare non solo di progetti, ma anche di elaborazione con i miei compagni di squadra.

Quale tecnologia usano per fare il loro lavoro? In cosa consiste il loro "stack" e quali strumenti usano regolarmente? A quali vincoli si imbattono spesso e come vengono misurati per il successo? Cosa desiderano siano più facili? Di cosa si preoccupano di più sul lavoro? Che aspetto ha il successo per loro in ogni progetto?

Investire nell'apprendimento di queste cose ti consente non solo di costruire un rapporto migliore, ma anche di definire meglio i tuoi vincoli.

Ad esempio: se sai che gli ingegneri stanno lavorando a una determinata tecnologia con capacità limitate, mentre in tempi ristretti, puoi usare quella conoscenza per proporre una soluzione più semplice o segmentare soluzioni da costruire per un lungo periodo di tempo.

Non sarai in grado di migliorare il tuo processo fino a quando non imparerai a conoscere il partner. Certo: non è necessario tenere riunioni settimanali come faccio io per farlo. Una conversazione mensile o persino incontri dopo l'ora possono essere buone strade per investire anche nell'apprendimento degli altri.

Costruisci sistemi di progettazione più rigorosi

Un altro modo per garantire una buona collaborazione tra design e non-design è quello di eliminare il maggior attrito di tale processo.

Un modo per farlo è collaborare con gli ingegneri per costruire componenti rigorosi come parte di un sistema di progettazione più ampio.

Avere uno schema prestabilito per cose comuni (come animazioni, transizioni, interazioni attraverso il prodotto o schemi visivi comuni) e impostare aspettative chiare significa usare quelli come standard nel tuo lavoro diventa una norma, sia per il design che per l'ingegneria. E poiché i componenti faranno parte di un sistema più grande, risparmierete tempo voi stessi e ingegneristici nell'investire in essi in anticipo.

Pertanto, quando ti avvicini al tuo project manager o partner tecnico con una nuova funzionalità, se parte del lavoro è già stata completata nel sistema di progettazione, hai reso il loro lavoro (e il tuo) molto più semplice.

Il trucco è convincere chiunque a investire in anticipo sul sistema. Su Facebook lo facciamo in una miriade di modi, da una serie di "blocchi" o sprint in miniatura mensili a brevi sessioni after-hour in cui design e ingegneria si uniscono per sviluppare il sistema.

Ma vendere l'idea come mezzo per accelerare sia la progettazione che l'ingegneria è in genere sufficiente per convincere i tuoi partner interfunzionali a investire almeno un po 'di tempo in essa. Dopo un po 'si sommano i piccoli investimenti in un sistema di progettazione.