Prima di progettare qualsiasi cosa

3 cose che devi fare nella riunione di kickoff per mantenere concentrato il tuo processo di progettazione.

Ogni lancio o progetto di design competitivo inizia con un incontro iniziale con il tuo nuovo cliente. Il tuo obiettivo in questa sessione: raccogliere e distillare informazioni, in modo da poter andare via e sintetizzare una soluzione progettuale efficace. Per fare ciò, DEVI fare queste tre cose:

1. Definisci l'obiettivo
2. Diagnosticare il problema
3. Restringi la tua esplorazione del design

Facendo queste tre cose, il tuo processo di progettazione sarà iper-focalizzato e non perderai tempo a inseguire cattive idee. Dividiamo ciascuno di questi uno alla volta.

1. Definire l'obiettivo

In una frase, qual è il progetto? Cosa deve fare?

Ottenere l'obiettivo dal client è facile, ma spesso la risposta può essere un po 'alta. Ascolta il cliente. Aiutali a dare priorità a ciò che questo pezzo dovrebbe fare. Quindi distillalo in una frase.

Se usi più di una frase per descrivere l'obiettivo del progetto, l'interpretazione di esso e le soluzioni proposte verranno annacquate. Mantienilo semplice e concentrato.

Ecco alcuni esempi di ciò che sembra:

"Questo video annuncerà il nostro nuovo prodotto X al CES"
"Questo video con contenuti a marchio educa i consumatori sulla tecnologia WiFi".
"Questo teaser dovrebbe suscitare entusiasmo per l'imminente rilascio delle nostre nuove sneaker."

Ora che sai cosa sta tentando di realizzare il cliente, che cosa sta ostacolando? Passiamo alla prossima cosa critica che dovrai fare durante la riunione di kickoff.

2. Diagnosticare il problema

Qual è la sfida che devi affrontare?

Il design è problem-solving. Con ogni progetto, avrai una serie di sfide che dovrai affrontare e affrontare per il tuo cliente. Dopo tutto, è quello per cui stanno pagando. Ecco cosa devi sapere per diagnosticare il problema che stai cercando di risolvere: chi, come e cosa.

Chi è il pubblico target noto anche come l'utente e perché è importante per loro? Perché a loro importa?

Possono esserci più utenti, quindi cerca di identificare i primi tre e di dare la priorità a quello più importante.

Di cosa ha bisogno questo progetto per comunicare? Qual è il messaggio chiave da asporto? Come dovrebbe sentirsi il pubblico dopo?

Se hanno troppe cose da dire, dai la priorità alla messaggistica e definisci la gerarchia con loro. In questo modo, inizi a mostrare il tuo valore come partner, usando le tue capacità di progettazione per fornire chiarezza.

Ora che hai un messaggio chiaro, dove e come verrà mostrato? In quale contesto? Quale parte del ciclo di vendita è l'utente?

A seconda del contesto, uno spettatore avrà un diverso stato mentale e un intervallo di attenzione. È un annuncio pre-roll su YouTube? Bene, allora devi agganciarli in 5 secondi, altrimenti salteranno questo annuncio. Sono seduti in una sala convegni o in un teatro? Bene, allora puoi prenderti il ​​tuo tempo.

A seconda della fase del ciclo di vendita in cui si trova lo spettatore, avranno esigenze e intenzioni diverse. Se è all'inizio del ciclo di vendita, devono essere informati. Se è tardi, sono pronti per l'acquisto.

Ora che hai identificato, cosa dire, a chi dirlo e come devi dirlo, hai identificato la sfida.

Per la maggior parte di voi, probabilmente avete la sensazione di essere pronti a partire e fare qualcosa, giusto? Bene, non è ancora tempo. Perché? Perché ci sono troppe possibili soluzioni di progettazione da esplorare in un periodo di tempo limitato. Quindi ora arriva il nostro terzo passo.

3. Restringi la tua esplorazione del design

Stabilisci i criteri e definisci il tuo sandbox.

Il pensiero progettuale e la risoluzione dei problemi richiedono molto tempo e fatica. Se restringi le possibilità di ciò che è prezioso da esplorare, prima di progettare, risparmierai tempo e fatica. Smetterai di indovinare ampiamente ciò che il cliente desidera e puoi concentrare la soluzione di cui hanno bisogno.

Quindi, come filtrare le possibili soluzioni? Ci sono alcune domande chiave che puoi porre al tuo cliente:

Quali sono i parametri creativi su cui lavorare? Come può essere? Come può sembrare?

Le cose diventeranno difficili qui e devi cercare un linguaggio codificato; parole come "epico, elegante o energico". Queste sono parole che hanno molto spazio per l'interpretazione soggettiva. Diventa specifico con esempi e suddividilo in un linguaggio semplice.

Approfondisco il mio articolo su Medium, su come tradurre il linguaggio in codice in modo da poter andare via con linee guida chiare e fruibili.

Ora hai gli ingredienti chiave di cui hai bisogno per uscire e sintetizzare una soluzione progettuale efficace. Ricapitoliamo queste tre cose ancora una volta.

1. Definisci l'obiettivo - Che cos'è? Cosa deve fare?
2. Diagnosi del problema - Qual è la sfida che devi risolvere?
3. Restringi la tua esplorazione del progetto: definisci cosa può e non può essere.

Con queste tre cose stabilite, ora hai un obiettivo chiaro e stretto da colpire quando inizi a progettare. Questa è la tua stella polare e il tuo progetto da seguire per te e il tuo team. L'obiettivo dovrebbe guidare tutto ciò che crei e dovrebbe essere filtrato in base ai criteri che hai stabilito collettivamente.

Voglio di più?

Se hai trovato prezioso questo pezzo, puoi farmi un favore raccomandandolo di seguito? Hai pensieri? Lascia un commento. Mi piacerebbe discutere ulteriormente. Grazie!

Circa l'autore

Matthew Encina è un direttore creativo di Blind, focalizzato sulla strategia del marchio, sul design e sui contenuti video. È anche autore di contenuti su pitching, design e animazione per The Futur Network.

Seguilo ovunque @matthewencina

Per quelli di voi che devono presentare idee creative per vincere affari, ma stanno lottando per cogliere queste opportunità, dai un'occhiata a The Pitch Kit. L'ho creato per coloro che cercano chiarezza e struttura nel design e nel processo di presentazione.