Battere la tua sindrome di impostore

Come possiamo risolvere il nostro blocco creativo e migliorare il modo in cui giudichiamo il nostro lavoro.

Foto di Jaie Miller su Unsplash
NOTA: questo articolo è ispirato a una conversazione che ho avuto con Mat Scales, un ingegnere dei programmi per gli sviluppatori del team Relazioni con gli sviluppatori di Google, per la nostra serie YouTube per sviluppatori di Google Chrome chiamata "Designer vs. Sviluppatore". Puoi anche ascoltare una versione più lunga della conversazione scaricando o iscrivendoti al nostro podcast su Spotify, iTunes o Google Play Music.

Come facciamo a sapere che siamo buoni designer o creativi? Questa è una domanda che spesso ci poniamo. L'impostore in noi sembra mostrare la sua brutta testa ogni volta che arriviamo a una tela bianca per iniziare un nuovo progetto. La suddetta causa a sua volta provoca il blocco - quella condizione in cui non possiamo concentrarci sull'attività da svolgere perché siamo troppo occupati a gestire i nostri demoni interiori che ci dicono che siamo falsi e falsi.

Ci confrontiamo con gli altri nel nostro campo e giudichiamo i loro risultati creativi contro i nostri. Poiché vediamo solo il loro risultato finale, sentiamo che devono essere naturalmente bravi a fare questo lavoro e lo stiamo fingendo.

Ma cos'è la creatività?

Per abbattere questi muri, la prima cosa che dobbiamo fare è definire cos'è la creatività, o meglio cosa non lo è. La creatività è un processo che attraversi quando sei in uno stato mentale giocoso. È attraverso questo gioco che scopri cose che potresti applicare al tuo lavoro.

John Cleese, attore e comico di Monty Python, una volta disse:

"La creatività non è un talento, è un modo di operare ..."

Racconta la storia di uno scultore a cui è stato chiesto come hanno scolpito un elefante di marmo. Lo scultore risponde "Ho appena buttato via tutti i pezzi che non sembravano un elefante ...". Siamo bloccati in uno schifo pensando che devi nascere un creativo quando si tratta solo di lasciarci entrare in un particolare stato d'animo in cui siamo liberi di esplorare idee. Se siamo stressati o soffriamo di ansia, questo ci impedirà di fare qualsiasi cosa. Pensando "Non sono bravo in questo, sono un impostore ..." finiamo in questo circolo vizioso di non fare mai niente e invece ci lamentiamo di come non siamo bravi in ​​quello che facciamo perché non facciamo mai nulla.

Ogni volta che sto progettando qualcosa che non mi piace, invece di sentirmi a disagio con quella sensazione, lo considero un segno istintivo che mi dice che il compito non è finito. Quindi provare quella sensazione di solito è una buona cosa. Se il lavoro che stai creando ti fa sentire male, significa che stai esplorando qualcosa fuori dalla tua zona di comfort e ti stai evolvendo come persona creativa.

Essere creativi è solo un processo e uno stato dell'essere.

Battere l'impostore

C'è un po 'di ricerca conosciuta come l'effetto Dunning-Kruger, che afferma che gli individui non possono accedere alla loro incompetenza in un'abilità in una particolare area se non hanno un grado di abilità in quel campo. Allo stesso modo, non sarebbero in grado di valutare il livello di competenza di altre persone a causa del loro pregiudizio cognitivo. È interessante notare che è vero anche il contrario. Se pensi di essere terribile nel dire design e creatività, paradossalmente dimostra che probabilmente sei bravo in questo, o almeno, hai un grado di abilità perché puoi valutare criticamente le tue abilità.

Quindi, se pensi di essere un designer terribile, è probabile che tu non sia così cattivo. Quindi quando qualcuno ti dice che sono molto bravi a fare X, sorridi perché potrebbe essere vero il contrario.

Giudicarci dai nostri pari non è solo una cosa salutare da fare, sebbene possa essere una motivazione per progredire. Se hai bisogno di giudicare te stesso, allora dovrebbe essere contro le cose passate che hai creato. Guarda i vecchi lavori, nota come sei migliorato nel tempo. Guardare indietro alla tua storia creativa è un'ottima forma di terapia perché ti permette di riconoscere risultati e miglioramenti passati allo stesso tempo.

"Il pazzo pensa di essere saggio, ma il saggio sa di essere un pazzo." - William Shakespeare

Quindi, per battere l'impostore, dobbiamo riconoscere che non sappiamo tutto e va bene. Le possibilità che qualcuno conoscesse ogni aspetto del design non sono semplicemente realistiche. Quindi, scrivi un elenco di tutti i tuoi risultati e miglioramenti. Inizierai a vedere che in realtà ciò che hai fatto non è così male come pensi. Se ritieni che alcune cose elencate debbano essere migliorate, evidenzia le abilità che desideri migliorare.

Ora puoi iniziare a pianificare un modo per sviluppare quell'abilità, semplicemente lasciando andare il tuo dubbio. Il processo creativo è proprio questo, un processo e chiunque può fare queste cose di design se si lasciano fare e dimenticano ciò che fanno gli altri.

Puoi saperne di più su design e UX su Web Fundamentals.