5 cose che ho imparato da 100 interviste alla UX junior

Ah, ricerca di lavoro. Il presunto piccolo passo che in realtà è un passo da gigante nel mondo dell'età adulta. Tutti noi abbiamo opinioni al riguardo, nessuno di loro è neutrale. Qualche tempo fa, ho notato che la maggior parte dei miei colleghi designer junior non trova esattamente questo processo molto user-friendly. In effetti, per citare i Coldplay, la loro lamentela più frequente era "Nessuno ha mai detto che sarebbe stato così difficile".

È stato allora che mi sono reso conto che le mie esperienze di intervista per (e di essere stata respinta) da 100 aziende potevano effettivamente essere utili per i miei colleghi colleghi. Ho intervistato per quasi tutte le possibili posizioni junior in UX in diverse società; da giganti come Yelp e Facebook a start-up finanziate da familiari e amici con tre persone. Posso dire con certezza che questo periodo ti insegnerà MOLTO su di te. E rilassati, questo non sarà un rant su quanto sia fastidiosa la ricerca di lavoro o cosa fare in un'intervista UX. Questo articolo ha lo scopo di prepararti mentalmente, un UXer junior di incredibile talento, per ciò che è là fuori dal punto di vista di qualcuno che deve ancora affrontare questi ostacoli ogni giorno. Spero che ciò che leggi renderà il tuo salto gigante un po 'meno terrificante. Quindi, eccoci qui.

Cominciamo con uno grande.

A nessuno importa da dove ti sei laureato

Non posso sottolineare abbastanza. A meno che non ti stia candidando tramite una fiera della carriera o tramite un recruiter universitario, i responsabili delle assunzioni o i recruiter non sono colpiti dal nome di Alma Mater, in particolare per le posizioni junior. Il tuo lavoro è ciò che conta, tu sei ciò che conta. Splendi attraverso il tuo lavoro e tutto andrà bene.

Lascia che la tua personalità risplenda sul tuo curriculum e sul tuo portfolio

Ci sono alcuni articoli incredibili su Medium su come perfezionare il layout del tuo portfolio e personalizzare il contenuto del tuo curriculum, tutti per evidenziare il tuo fantastico lavoro. Sebbene questo consiglio sia molto utile per i principianti, dimentichiamo che è pensato per soddisfare un pubblico generale. Le aziende non ti assumono solo in base alle tue capacità. Vogliono assumere un individuo. Quindi, non aver paura di avere un po 'della tua personalità nel tuo curriculum o portfolio. Mostra animazioni divertenti prima di mostrare il tuo lavoro come rompighiaccio. Personalizza il tuo curriculum con un logo. Sottolinea delicatamente ciò che ti rende TU.

Fidati del tuo istinto di designer durante le interviste

Ancora una volta, ci sono molti articoli su Medium che ti aiutano a capire come navigare nel processo di intervista di progettazione o i passi che dovresti prendere mentre conduci un progetto da portare a casa o una sfida sulla lavagna in loco. Ma ricorda che queste sono raccomandazioni. Questi passaggi non sono incastonati nella pietra. I processi di progettazione differiscono in base al contesto. Lo stesso si può dire per i suggerimenti. Possono essere ottimizzati e ottimizzati in base alla comprensione del problema. In effetti, attenersi a un singolo processo è solo dannoso per la tua crescita come designer e può frenare la tua creatività quando sorgono problemi unici. Quando sei in conflitto tra un processo che potrebbe far avanzare un design rispetto a un processo di cookie cutter che ritieni di dover fare per ottenere il lavoro, scegli sempre il primo. Allo stesso modo, rispondi alle domande di progettazione in base alla tua prospettiva, piuttosto che a ciò che l'intervistatore vuole sentire. Alla fine della giornata, non si tratta solo di lavorare con te, ma anche di lavorare con loro. Quindi, se l'intervistatore non ama ascoltare la tua prospettiva, forse non è il luogo in cui saresti apprezzato e nessuno lo vuole.

Anche gli intervistatori sono persone. Ciò significa che hanno personalità diverse

A molti designer junior viene detto di essere entusiasti e appassionati in quanto questa è una caratteristica distintiva. Eppure, a volte ciò stacca le persone dalla parte sbagliata. Alcune persone impiegano tempo per aprirsi e sentirsi a proprio agio con te. Se il tuo intervistatore è un introverso per natura e sembri molto entusiasta, può essere interpretato come dominante. Quindi, prova a valutare la natura generale del tuo intervistatore. Come lo faccio, mi chiedi? Con un semplice "ciao". Nota come inizia la conversazione con il tuo intervistatore. Ti hanno salutato avidamente o con calma? Rispondi allo stesso modo. Ciò leviga il flusso della conversazione. Questo non significa che non dovresti essere te stesso. Dovresti assolutamente esserlo, sei incredibile com'è. Ma ricorda che l'intervista è una conversazione tra due persone. Assicurati innanzitutto che il tuo intervistatore sia a tuo agio con te, stabilisci un rapporto e rilassati.

A volte, non sei tu

Se non l'hai già fatto, probabilmente dovrai affrontare uno scenario in cui un'intervista è andata incredibilmente bene, ma hai ricevuto un rifiuto. Inizierai a chiederti cosa hai fatto di sbagliato, dove potresti essere scivolato. Ti perderai il cervello per giorni per rispondere a queste domande ma, nada. Vieni breve. Dimentichiamo che le persone sono diverse. Ci sono molti fattori oltre al tuo fantastico sé che influenzano le decisioni del colloquio. È difficile individuare esattamente ciò che un'azienda desidera da te. Non puoi prevedere se il tuo intervistatore potrebbe aver avuto una terribile giornata di lavoro. Quindi, rilassati. Se non riesci a capire cosa hai fatto di sbagliato, è probabile che tu non abbia. Lascia che sia, impara e passa alla prossima sfida!

Quindi, eccolo qui, miei compagni junior UXer. Spero che questo ti sia stato utile. Se pensi di non arrivarci, è solo una questione di tempo. Alla fine lo facciamo tutti. Ottenere il piede nella porta è il più difficile, ma ne varrà la pena. La cosa importante da ricordare è continuare a lavorare e apprendere: come stagista, su un singolo progetto o addirittura su un articolo Medium. Il duro lavoro paga sempre.

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi saperne di più sul mio lavoro di progettazione? O vuoi semplicemente prendere un caffè Peet nella Bay Area? Ad ogni modo, controlla il mio portfolio su http://salonijoshi.net o inviami un'e-mail a salonijoshi2608@gmail.com. Curiosità: sto cercando un lavoro, quindi sentiti libero di colpirmi se ti piace il mio lavoro!