5 regole per la scelta delle parole giuste sulle etichette dei pulsanti

Quello che dicono i tuoi pulsanti è importante quanto il loro aspetto. L'uso di parole errate sulle etichette dei pulsanti causa confusione agli utenti, più lavoro e tempi di attività più lenti. Se desideri che gli utenti agiscano facilmente sulla tua app, devi scegliere le parole giuste sulle etichette dei pulsanti.

Ecco cinque regole per aiutarti a scegliere le parole giuste per rendere i tuoi pulsanti utilizzabili. Segui queste cinque regole e i tuoi utenti non avranno problemi ad agire correttamente sulla tua app ogni volta che vedranno un pulsante.

Regola 1: utilizzare i verbi di azione

Le etichette dei pulsanti dovrebbero ispirare gli utenti ad agire con i verbi di azione. Quando gli utenti leggono un verbo d'azione, sanno cosa farà il pulsante. Possono agire senza leggere alcun testo di supporto come la finestra di dialogo di conferma.

Confrontalo con le etichette generiche dei pulsanti "sì / no" spesso utilizzate nelle schermate di conferma. Gli utenti devono leggere la finestra di dialogo prima di poter agire. Se saltano o leggono male la finestra di dialogo, premeranno il pulsante sbagliato. Le etichette passive non solo rendono più rischioso agire, ma costringono gli utenti a svolgere più lavoro.

Per illustrare, l'esempio seguente blocca la finestra di dialogo in modo che siano visibili solo i pulsanti. Le etichette dei pulsanti con i verbi di azione consentono agli utenti di agire, ma i pulsanti che utilizzano le etichette "Sì / No" non lo fanno. Le etichette dei pulsanti dei verbi di azione sono più efficienti.

Regola 2: utilizzare la dettatura precisa

Ogni verbo di azione che usi ha una connotazione specifica. Se la tua dizione non è precisa, gli utenti possono interpretare erroneamente cosa farà il pulsante.

Ad esempio, le parole "elimina" e "rimuovi" hanno un significato simile, ma diverse per connotazione. "Elimina" implica che il pulsante cancellerà l'elemento dal sistema. "Rimuovi" implica che il pulsante separerà l'elemento da un gruppo. L'uso di queste parole nel contesto sbagliato può causare preoccupazione agli utenti quando premono il pulsante.

In una playlist, l'etichetta "elimina" fa pensare agli utenti che perderanno la loro canzone. Questa dizione è sbagliata perché non è quello che succede. L'etichetta "rimuovi" è più precisa perché l'azione toglie il brano dalla playlist, ma non lo distrugge.

Regola 3: utilizzare un linguaggio specifico per l'attività

Un'etichetta di pulsante vaga e generica causa incertezza negli utenti. Non sono sicuri di cosa farà il pulsante perché l'etichetta non specifica. Gli utenti devono conoscere il risultato delle loro azioni e solo il linguaggio specifico dell'attività può farlo.

Per illustrare, la parola "invia" è un termine tecnico che puoi usare per la maggior parte dei pulsanti. Ciò renderebbe le etichette dei pulsanti vaghe e generiche. Quando gli utenti lo leggono, non è chiaro cosa succede perché l'etichetta non è specifica per l'attività.

Al contrario, la parola "pubblicare" è specifica per la pubblicazione online. Di conseguenza, gli utenti hanno l'impressione che l'app pubblicherà la propria recensione al pubblico dopo aver premuto il pulsante. L'etichetta di questo pulsante è più chiara e offre agli utenti la certezza di agire.

Regola 4: utilizzare la forma imperativa attiva

Troppe parole sull'etichetta di un pulsante consentono agli utenti di leggere di più. Quando si utilizza la forma imperativa in una voce attiva, si minimizza il numero di parole e si semplifica la scansione dell'etichetta del pulsante.

La forma imperativa attiva trasforma le frasi verbali in comandi. Questo modulo consente di eliminare l'oggetto e gli articoli non necessari per un'etichetta del pulsante più concisa. Tutto quello che devi includere sull'etichetta del tuo pulsante è un verbo con un avverbio o un oggetto diretto.

Gli utenti si fidano e comprendono di più i comandi sulle etichette dei pulsanti. Dà loro la certezza che il pulsante eseguirà l'azione prevista, il che aiuta il loro processo decisionale.

Quando si utilizza la forma imperativa attiva, evitare i termini istruttivi che indicano agli utenti come utilizzare il proprio dispositivo. Un errore comune è usare "clicca qui" nell'etichetta di un pulsante. Questo termine non solo rende l'etichetta prolifica, ma è anche ridondante per l'utente. Usa invece verbi unici e descrivi l'azione per incentivare gli utenti a "fare clic".

Regola 5: utilizzare lettere maiuscole in stile frase

Lo stile di maiuscole dell'etichetta del pulsante esprime il tono dell'utente. Il tono non è quello che stai dicendo, ma come lo stai dicendo. Questa espressione crea una reazione emotiva negli utenti che li coinvolge o li respinge.

Una maiuscola in stile frase è la migliore perché trasmette un tono amichevole che invita gli utenti a premere il pulsante. La maggior parte delle letture fatte dagli utenti è di frasi, il che significa che hanno più familiarità con il caso di frase. Quando lo leggono sui tuoi pulsanti, sembra che qualcuno stia parlando loro con una voce naturale.

Al contrario, la capitalizzazione in stile titolo ha un tono più formale. Un tono formale sembra impersonale e rende i pulsanti meno invitanti a premere. Fa sentire gli utenti come se qualcuno stesse parlando con loro con voce stilt. La custodia del titolo interrompe il flusso di lettura naturale e distrae gli utenti dal messaggio sottostante.

Uno stile tutto maiuscolo non è giusto perché trasmette un tono forte. Gli utenti hanno la sensazione che qualcuno stia urlando contro di loro per premere il pulsante. Non solo, ma ha anche una minore leggibilità a causa della mancanza di forma delle parole. La mancanza di contrasto di forma lo rende meno accessibile per gli utenti con dislessia.

Uno stile tutto in minuscolo trasmette un tono casual e pigro con una voce borbottante. Fa sentire gli utenti come se nessuno mettesse cura o attenzione nel design. Gli utenti possono avvertire una mancanza di professionalità e non fidarsi del pulsante.

Le azioni parlano forte come le parole

L'invito all'azione parla forte come le parole sull'etichetta del pulsante. Se scegli le parole sbagliate sulle etichette dei tuoi pulsanti, l'invito all'azione non avrà importanza.

Le cinque regole garantiranno che i tuoi pulsanti abbiano qualche azione. Gli utenti non avranno più incertezza o confusione quando leggono i pulsanti. Invece, le etichette dei pulsanti daranno loro chiarezza e motivazione per intraprendere l'azione giusta.

Originariamente pubblicato su https://uxmovement.com il 21 maggio 2019.